PERCHè NON SI RAGGIUNGE L'IDEALE ESTETICO CHE VORREMMO?

STRADA

Per la gran parte delle persone che frequentano un centro fitness, l’obiettivo principale è quello di migliorare l’aspetto estetico.

Per quanto possano essere determinati ad inseguire quell’ideale di bellezza tanto desiderato però, molti sembrano faticare nel raggiungere la forma fisica tanto desiderata e per la quale vengono fatti diversi “sacrifici”.

Facendo questo lavoro ormai da diversi anni, dopo innumerevoli “discussioni” con alcuni tra i miei clienti e non riguardo il perché si faccia cosi tanta fatica nell’ottenere un cambiamento duraturo, ho deciso di scrivere questo breve articolo in modo da mettere in luce alcuni aspetti che sono da tenere in considerazione quando si fatica a vedere dei risultati in palestra.

COSTANZA > PERFEZIONE  

Il principale fattore che rallenta i progressi in palestra è la mancanza di continuità nell’allenamento. La vita è piena di imprevisti e famiglia e lavoro spesso hanno la precedenza sull’allenamento, lo capisco. Proprio per questo motivo è importante realizzare che la costanza è più importante della perfezione e che un allenamento di 20/30 minuti in una giornata piena di impegni è meglio che un allenamento perso. Inoltre l’organizzazione sta alla base del successo: programmare in agenda con giorni di anticipo gli allenamenti della settimana, può aiutare ad organizzare tutti gli altri impegni in maniera tale da non trovarsi poi “senza tempo” ed essere costretti a dover rinunciare all’attività fisica.

 

PER CREARE UN CAMBIAMENTO E’ NECESSARIO IMPEGNARSI

Se ci si allena con un reale obiettivo in testa, è importante capire che è necessario incrementare lo stimolo che diamo al corpo di allenamento in allenamento. Non si può pensare di migliorare la forma delle gambe se si esegue lo stesso esercizio con lo stesso carico per 3 mesi consecutivi. Questo non vuol dire che sia necessaria una programmazione complicata, fatta di percentuali e calcoli matematici da far venire il mal di testa, semplicemente è necessario sovraccaricare l’organismo attraverso un aumento progressivo del carico o del volume di lavoro in maniera tale da favorire il cambiamento desiderato.

 

NON SI HA PAZIENZA 

La natura umana porta a volere “tutto e subito” e se questo non avviene si tende a perdere interesse e dirigere le attenzioni su qualcosa d’altro. Questo comporta che quando ci si pone un obiettivo, come per esempio quello di migliorare il proprio aspetto estetico, bisogna anche essere coscienti del fatto che questo cambiamento non sarà immediato e che probabilmente si attraverseranno periodi positivi ma anche periodi dove non ci saranno cambiamenti tangibili e le motivazioni potrebbero calare. E’ importante non perdersi d’animo e perseverare perché è proprio chi avrà pazienza che alla fine arriverà al traguardo.

 

NON SI PRENDONO IN CONSIDERAZIONE ALTRI ASPETTI CHE POSSONO INFLUENZARE POSITIVAMENTE O NEGATIVAMENTE IL RAGGIUNGIMENTO DELL’OBBIETTIVO

Più l’obiettivo è definito ed importante per la persona, più sarà fondamentale lavorare anche su altri aspetti come alimentazione, riposo e stress. Credere che si possa compensare un’alimentazione scorretta con allenamenti più lunghi e intensi è una delle credenze maggiormente radicate all’interno delle persone. E’ dunque importante essere seguiti e/o consigliati riguardo come ottimizzare queste altre aree del nostro quotidiano che possono avvicinarci o allontanarci dall’obiettivo.

 

NON SI E’ SEGUITI DA UN PROFESSIONISTA IN GRADO DI DELINEARE IL PERCORSO INDIVIDUALE MIGLIORE

Nella maggior parte delle situazioni, quando si ha bisogno di un aiuto, si chiama un professionista che si occupa di quel dato problema che interviene per risolverlo. In palestra invece è molto popolare il “fai da te”, le persone non si affidano ad una persona competente ma credono che sia sufficiente vedere un paio di volte un esercizio per poterlo replicare in maniera efficiente ed efficace. Ancora peggio è quando ci si affida a persone che, solo perché hanno sollevato dei pesi o letto delle riviste a riguardo, si fanno chiamare “trainer” e creano programmi d’allenamento per altre persone. Il consiglio è sempre quello di investire qualche soldo in più ma di farsi seguire da una persona che fa il “coach” o “personal trainer” di lavoro e non per hobby.

 

SI INSEGUE UN MODELLO ESTETICO FINTO

Le immagini di modelli e modelle, attori e attrici, personaggi famosi e sportivi che popolano le riviste di gossip, vengono ritoccate e lavorate per ore al computer. Da qui nasce un immagine distorta della realtà che porta ad inseguire un modello di perfezione finto, irraggiungibile da una persona che non ha un intera “equipe” a disposizione per lavorare sulla propria immagine.

 

In Fitfam crediamo che sebbene l’aspetto estetico sia importante, questo debba essere un effetto secondario positivo risultante da uno stile di vita attivo, scelte alimentari ponderate e dalla gestione dei livelli di stress e riposo. Solamente rispettando questi principi sarà possibile ottenere un aspetto estetico che rappresenti realmente quello stato di salute e benessere interiore che permettono di vivere una vita piena ed in completa autonomia.